Nivo Slider
Biografia
Esperienza mistica
Visita alla Santa
Pubblicazioni
Iconografia

Festa di Sant'Angela da Foligno 4 gennaio 2017
 

Non si sa con certezza in che anno e dove è nata Angela, canonizzata da Papa Francesco il 9 ottobre 2013.
Si sposò, ma del marito non si conosce il nome, come non si hanno notizie sul numero  e sull’identità dei figli.
Dall’accenno ad uno dei suoi terreni, che vendette, per darne il racavato ai poveri, si deduce che era benestante.
Il suo cammino di conversione  e  di perfezione ebbe inizio, a Foligno, nel Sacramento della Penitenza, nella  Chiesa Cattedrale di San Feliciano, quando fece, dopo confessioni e comunioni in stato di peccato, una completa  confessione al Cappellano del Vescovo - comunemente si pensa che questo avvenne nel 1285  -.
Qualche anno dopo - si ritiene nel 1291 - aderì al Terz’Ordine Francescano, oggi denominato Ordine Francescano Secolare; in quel periodo era vedova e aveva perso i figli, oltre che  la madre - al padre, Angela non fa mai cenno -.
Dopo l’esperienza mistica,  che si verificò durante il pellegrinaggio ad Assisi    -  successivo a quello compiuto a Roma -  e  che  si concluse in modo singolare sulla soglia della Basilica  Superiore di San Francesco, Angela tornò a Foligno e fu spinta da frate A. - suo parente e consigliere   spirituale -, della comunità dei Minori del Convento di San Francesco, a raccontargli  le tappe del suo itinerario spirituale,  perché egli ne potesse verificare l’autenticità  insieme ad  altri, senza rivelare loro  il suo nome; nacque, così, in latino, il  Memoriale, che documenta anche il cammino del periodo successivo, fino al 1296.
Da quell’anno fino alla morte, ci furono altre  esperienze mistiche, riportate in  brevi memoriali, ad opera di vari figli, membri del gruppo, che si era formato spontaneamente attorno a lei.
Con  Masazuola - per secoli identificata con il nome di Pasqualina - fece vita comune nella propria casa, di cui non è nota l'ubicazione -  sembra, più vicina alla chiesa di  San Feliciano che a quella di San Francesco -;  condusse  una vita di intensa penitenza - chiedeva l’elemosina -, di profonda comunione con Dio - nella casa aveva  un carcere, dove poteva ritirarsi per la preghiera -, e di maternità spirituale.
Il dossier angelano  - a cui si è soliti dare il nome   di Liber -, si compone anche della confessio, dei  sermones, dei dicta, delle  epistulae e della notitia, e si chiude con la laudatio; tutti questi documenti,  stilati  in  lingua  latina, come  i memorialia,  si devono ad anonimi redattori.
Angela morì a Foligno il 4 gennaio 1309 .
Il corpo si venera nella Chiesa di San Francesco, dove è stato  eretto il suo Santuario.
Le iniziative programmate dal Comitato Nazionale per le celebrazioni del VII centenario della morte della Beata Angela da Foligno (1309-2009) e del Comitato di Coordinamento “La città di Foligno e la Beata Angela”,  hanno dato un ulteriore, significativo impulso alla conoscenza della vita e della spiritualità di Angela, già ampiamente diffusa, come si può rilevare  dalla rete internazionale  Internet .

Note:
nota 1: Il Vescovo Paparone de' Papareschi, O.P., governò la diocesi dal 17 o 27 giugno 1265  al 21 luglio 1285, mentre Berardo de Comitibus  dal 21 luglio 1285 al 15 maggio 1296.
nota 2:    Festa di Sant'Angela.
nota 3: Per approfondimenti, cfr. queste mie pubblicazioni:  Angela da Foligno maestra spirituale, Editrice Franciscanum, Roma 1996²; Angela da Foligno, Lettere e pensieri, Edizioni San Paolo, Cinisello Balsamo (Milano) 1998;  Angela da Foligno, Gruppo Edicom, Rho (Milano) 1998³;  Angela da Foligno, Edizioni Cantagalli, Siena  1999³;  Angela da Foligno. Invito alla lettura, Edizioni San Paolo, Cinisello Balsamo (Milano) 1999; Angela da Foligno «alter Franciscus», Editrice Franciscanum, Roma 2008²;  Angela da Foligno Penitente francescana, Edizioni Messaggero Padova, Padova 2008³; Via Crucis in cammino con Angela da Foligno, Città Nuova Editrice, Roma 2009; cfr. anche: Angela da Foligno e il suo culto. I. Documenti a stampa e nel web (1497 ca - 2003), a cura di Sergio Andreoli,  Emiliano Degl'Innocenti, Paul Lachance e Francesco Santi, Edizioni del Galluzzo per la Fondazione Ezio Franceschini, Firenze  2006.


NEWS - inserito il 03/01/2017 alle ore 19:38:00 - 

Sito redatto da santaangeladafoligno.it | Partita IVA 02529970549
Home Page - Links Utili | santaangeladafoligno.it © Copyright - Tutti i diritti riservati | Disclaimer & Credits © | Contatti: 342 951 0905